Non posso nascondere il mio amore per Lanzarote: paesaggi meravigliosi, una natura che in molte parti dell’isola rimane ancora incontaminata, scenari primordiali, colori mozzafiato. E anche per gli amanti del mare, e degli sport acquatici la piccola isola delle Canarie non delude: Lanzarote vanta infatti una serie di spiagge bellissime e di vario genere, da quelle di sabbia nera tipiche dell’ambiente vulcanico, a quelle di finissima sabbia bianca, da quelle per gli amanti dello snorkeling ai regni dei surfisti.

Dopo circa 3 settimane dal giorno in cui ho lasciato il portogallo, se ripenso ai colori, alla luce calda, alle musiche,  alla natura, ai sapori di questa terra mi viene una gran nostalgia.

La nostra avventura in Portogallo comincia dopo due giorni di viaggio e 2000 Km. Comincia dopo aver attraversato la Francia e dopo aver percorso tutta la costa nord della Spagna, dai Paesi Baschi all’Asturia, alla Cantabria alla Galizia.

Lasciarsi scaldare dal sole, coccolare dal sapore del Porto, passeggiare tra i vigneti assaggiando qualche chicco d'uva, guardare il fiume che luccica tra le colline terrazzate con un disegno così armonioso, geometrico e infinito da lasciare a bocca aperta. E se poi non sei ancora soddisfatto puoi fermarti a mangiare e assaporare i prodotti di questa terra, sporcare il pane nell'olio, gustare le olive, il pesce e le carni alla griglia. L'alto Douro è una regione spettacolare, la tentazione di Bacco, un luogo dove la natura e l'uomo hanno saputo collaborare per creare uno scenario incantevole.

In una vacanza a Lanzarote, non dimenticate di concedervi qualche peccato di gola. L’isola vanta un’ottima tradizione culinaria, che vi farà scoprire nuovi sapori e apprezzare i prodotti locali.

Durante i miei soggiorni a Lanzarote, ho provato molti ristoranti, e devo ammettere di aver mangiato male pochissime volte: l’unica regola fondamentale è, come in ogni posto, tenersi lontano dai luoghi eccessivamente turistici. Qui però, riporto la lista di quelli che a parer mio sono i 5 ristoranti da provare assolutamente. 

La Polonia è forse troppo sottovalutata. In realtà è una terra che porta con se un patrimonio culturale e artistico che deve essere apprezzato. Sono stata in Polonia nell’estate del 2013, e nell’estate del 2014 e devo dire che si è sempre rivelata una meta piacevole, ricca di sorprese, con una cucina tutta da scoprire e, per noi italiani, anche piuttosto economica. 

Danzica è elegante, splendente. E’ ricca di storia, arte, cultura. Situata sulle sponde del fiume Moldava, Danzica (o Gdańsk in polacco), millenaria città baltica, patria di Fehrenheit e Schopenhauer, è la seconda città più importante della Polonia (dopo Cracovia) a livello artistico-culturale.

Porto è blu come gli azulejos; è gialla come gli intonaci delle case, è rossa come i suoi tetti. A Porto gli edifici si stringono in un unico abbraccio e ti rapiscono dentro intricati vicoli intrecciati senza senso. Porto è confusione. Porto è vera. E’ verde come le finestre e le porte di legno.

Quinto giorno.

Carichiamo gli zaini sull’autobus, dopo una colazione davanti alla tenda, e partiamo da Kerlongafjöll in direzione nord. Il viaggio dura circa un’ora se non sbaglio, ma non riesco a quantificare i chilometri che percorriamo; forse perché l’autobus andava davvero piano percorrendo quella stradina sterrata in mezzo al nulla.

Viaggi a Tema

logo-footer-vii.png
Tutte le fotografie che trovi all’interno di questo sito sono protette da copyright. Ogni immagine è il frutto di impegno, lavoro, e ricerca. Per favore, non utilizzare le immagini senza citarne la fonte: puoi condividerle sui social network, sul tuo blog o sul tuo sito senza togliere il watermark e inserendo un link a questo sito. Diversamente, se ti interessano delle immagini per altri scopi, ti preghiamo di contattarci via mail all’indirizzo redazione@vivereininfradito.com.

CONTATTI

Cosa stai cercando?