La tradizione cristiana vuole che nell'anno 813 un eremita di nome Pelagio a Muxia, venisse attirato da alcune strane luci a forma di stella. Interessato dall'insolito fenomeno, scoprì in quel luogo, il Campo di Stelle (dal lat. Campus Stellae – Compostela), una tomba che conteneva tre corpi, uno dei quali aveva la testa mozzata ed una scritta: "Qui giace Jacobus, figlio di Zebedeo e Salomé". Fu ordinata allora la costruzione, in quel posto, di un tempio dove i monaci benedettini nell'893 fissarono la loro residenza. Iniziarono così i primi pellegrinaggi alla tomba dell'apostolo.

Tokyo è più che una città, è un'esperienza. Tokyo è immensa eppure è talmente organizzata che ti sembra di essere sempre dietro casa. È efficiente, pulita, ospitale, dà e chede rispetto.

Quando si racconta “ho fatto il Cammino di Santiago”, chi non lo conosce si limita ad ascoltarti; chi è stato Pellegrino a sua volta, di solito chiede “quale hai fatto? L’hai fatto tutto? Da dove sei partito?” Si perché, in realtà, i percorsi per arrivare a Santiago de Compostela sono tanti: c’è il più famoso Cammino Francese, c’è il Cammino Portoghese, il Cammino Inglese, quello del Nord, il Primitivo, quello del Sud-Est e la Rotta del Mare; quale fare?

Svegliarsi la mattina con la stessa luce che ti accompagnerà fino a “notte inoltrata” ti fa sentire sentire fuori dal mondo, almeno per i primi giorni, e come se potessi fare tutto, sempre e con molta calma. Fatichi a capire che ore sono, il sole non è mai alto, non c’è mai troppa luce (ben lo sanno i fotografi) ma quella che c’è, c’è sempre. Quello che lascia però proprio senza parole, è l’immensità dei paesaggi: che sia un fiordo, una vallata, un lago o una pianura, è sempre a perdita d’occhio.

Un territorio affascinante, costituito da centinaia di montagne calcaree che si ergono su di una pianura paludosa coperta da risaie o da torrenti, che ospita dei sistemi di grotte meravigliosi, alcuni dei quali sono visitabili salendo su piccole imbarcazioni a remi. La morfologia di quest'area è simile a quella della Baia di Ha Long, ma senza essere sommersa d'acqua.

Ci ha risposto così, semplicemente, quando abbiamo chiesto a Mado se le piaceva la sua terra; ha alzato le spalle, come se fosse rassegnata all'evidenza e ha detto semplicemente: "La Corsica? É bellissima".

Quando l'agenzia di viaggi mi ha proposto di volare da Hoi An a Saigon, ho pensato più volte se accettare o meno. Insomma ci sarebbero volute un paio d'ore anziché quasi un giorno, che avrei impiegato se avessi scelto di scendere in treno. Ma poi, un pó per il mio poco amore per gli aerei, un pó perché ero curiosa di capire cosa c'era in tutto quel tratto di costa del Vietnam che nessuno visita mai, di cui avevo fatto fatica a trovare informazioni anche sul web durante le mie ricerche prima della partenza, ho deciso di acquistare tre biglietti per le tratte Danan - Dieu Tri - Thap Cham - Saigon.

Viaggi a Tema

logo-footer-vii.png
Tutte le fotografie che trovi all’interno di questo sito sono protette da copyright. Ogni immagine è il frutto di impegno, lavoro, e ricerca. Per favore, non utilizzare le immagini senza citarne la fonte: puoi condividerle sui social network, sul tuo blog o sul tuo sito senza togliere il watermark e inserendo un link a questo sito. Diversamente, se ti interessano delle immagini per altri scopi, ti preghiamo di contattarci via mail all’indirizzo redazione@vivereininfradito.com.

CONTATTI

Cosa stai cercando?

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per saperne di più o per modificare le impostazioni d'uso clicca qui. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.